Siamo lieti di ospitare, ancora una volta, questa gradita manifestazione che è giunta alla sua ventitreesima edizione. Grazie a questo importante evento, la cultura, le tradizioni di Tempio vengono fatte conoscere in varie parti del mondo e di rimando i cittadini tempiesi possono venire a contatto con culture di altri popoli. Siamo certi che anche quest’anno l’iniziativa riscuoterà un meritato successo di pubblico e un notevolissimo ritorno di immagine per la città di Tempio.

ANTONELLO PINTUS

Sindaco di Tempio

Non si è ancora spenta l’eco del significativo successo della precedente edizione, che già la macchina organizzativa del Gruppo Folk “Città di Tempio”, a testimonianza di una vitalità davvero encomiabile, si rimette in moto per dar vita alla ventitreesima edizione degli Incontri Internazionali del Folklore assurta da tempo a rango di “leader” a livello non solo nazionale fra le manifestazioni di questo genere. Con particolare piacere rivolgo perciò agli organizzatori a nome mio personale e dell’Amministrazione Comunale il più vivo apprezzamento per il rinnovarsi del loro impegno. A tutti i partecipanti va l’augurio più fervido nella convinzione che quest’ennesimo appuntamento con il Folklore Internazionale saprà esaltare i valori di socialità, di cultura e di spettacolo ai quali gli organizzatori si sono sempre ispirati.

GIANNI ADDIS

Assessore allo Sport Spettacolo Commercio Industria Artigianato

Siamo giunti alla 23° edizione degli Incontri Internazionali del folklore, da due anni dedicati ad “Isa Bionda” nostra indimenticata presidente ed ispiratrice di questa manifestazione, che con grande gioia ed entusiasmo organizziamo ininterrottamente dal 1981. Un saluto particolare va’ a tutti i componenti dei gruppi (circa 400) che invaderanno con i colori dei loro costumi, l’allegria della musica e l’entusiasmo della giovinezza, la nostra città, in questi sette giorni di festa, che ovviamente ci auguriamo sia condivisa da tutti. Ormai si assiste ad una rivitalizzazione del folklore ed alla riscoperta delle tradizioni popolari, che erano state spazzate via dall’industrializzazione e poi dalla globalizzazione, che vedevano in esse un momento di ozio contrario ad ogni principio economico. Ecco perché si avverte la necessità di riscoprire le proprie radici, perché si ritrovano in esse i veri valori dell’amicizia, della famiglia, dell’amore verso il prossimo. Ecco perché i nostri Incontri Internazionali servono un pò a tutti, soprattutto ai giovani per stimolare loro il senso dell’amicizia, dello stare insieme per sviluppare il dialogo tra diverse culture e diversi popoli, per gettare le basi di un mondo migliore, rispettando le diversità. La nostra Accademia, affronta queste problematiche da tantissimo tempo, e spera naturalmente di poterlo fare per tanti anni ancora. Un ultimo saluto e ringraziamento, lo vogliamo rivolgere a tutti quelli che, con sincero attaccamento, collaborano alla riuscita del festival ed al pubblico che ci segue sempre con tanto affetto.

GIANMARIO PINTUS E ACCADEMIA TRADIZIONI POPOLARI “CITTA’ DI TEMPIO”

GIOVEDI 17 LUGLIO 2003

ore 18.30 Parco delle Rimembranze “FOLKINSIEME” Grande sfilata di apertura per le Vie del centro con i gruppi: COLOMBIA. ISOLE CANARIE, SCOZIA. SICILIA. SARDEGNA e Banda Musicale “Città di Tempio”.

ore 19.00 Sala di Rappresentanza del Comune di Tempio -INCONTRO CON LE AUTORITÀ. Benvenuto ufficiale ai gruppi ospiti con scambio di doni.

ore 20.00 Sfilata dei gruppi per via Roma. via Gramsci. Viale Fonte Nuova. Largo Esit.

VENERDI 18 LUGLIO 2003

ore 21.30 Piazza Gallura 10° FOLKGIOVANI “TOMASINA MANNONI” con Gruppi “Santu Franziscu” di ALA DEI SARDI “Maria Bambina” di USINI. SICILIA. GRUPPO FOLK “CITTA’ DI TEMPIO”: Ospite straniero: ISOLE CANARIE (SPAGNA)

SABATO 19 LUGLIO 2003

ore 21.30 Piazza Gallura Spettacolo di Apertura con i gruppi: COLOMBIA. EGITTO. SCOZIA. SICILIA. SARDEGNA con Gruppo Folk “San Pietro” di NURALLAO e Gruppo FOLK “CITTÀ DI TEMPIO”

DOMENICA 20 LUGLIO 2003

ore 10.30 Cattedrale di San Pietro Santa Messa. concelebrata dal Vescovo di Tempio e Ampurias. con i gruppi di COLOMBIA, CANARIE. SCOZIA. SICILIA e SARDEGNA. I Canti Liturgici. della tradizione gallurese. saranno eseguiti dal Coro Nuraghe Maiori di Tempio.

Ore 11.30 Piazza San Pietro Breve esibizione dei gruppi Folkloristici Sardi e Stranieri

MARTEDI 22 LUGLIO 2003

ore 21,30 Piazza Gallura Gran Galà di chiusura con i gruppi di PANAMA. BIELORUSSIA. COLOMBIA. ISOLE CANARIE, SCOZIA. SARDEGNA con Gruppo Folk S. Ambrogio di Buddusò e Gruppo Folk “CITTA’ DI TEMPIO”

 

“Con il suo caratteristico e naturale sorriso, con il suo modo gentile, e soprattutto sincero, non perdeva mai l’occasione per scherzare e darci continuamente lezioni di vita, inculcando in noi un grande amore per tutti i popoli del mondo, senza barriere razziali. Dolce, cara e unica Zia Tomasina, i tuoi insegnamenti sono vivi e ben impressi nel nostro cuore. ” (Caterina Giordo, Claudia Bionda, Marco Ortu, Maria Lucia Pirrigheddu )

SICILIA – Gruppo Folk “GERGENT” di Agrigento

Il Gruppo Folklorico “Gergent” di Agrigento nasce nel 1990 con lo scopo di far rivivere e divulgare il patrimonio inestimabile della tradizione popolare siciliana cd agrigentina in particolare. La sezione giovanile del gruppo “Gergent “, comprende la fascia d’età dagli 8 ai 14 anni ed è nata per continuare l’attività culturale e di ricerca del gruppo degli adulti e si prefigge di diventare una vera scuola di folclore.

“Santu Franziscu” di ALA DEI SARDI

“Maria Bambina” di USINI

GRUPPO FOLK “CITTA’ DI TEMPIO”

Gruppi Stranieri

OTRORA Integración folcliirica Colombiana di Tunia, Boyacg

Il termine Otrora è un termine arcaico che significa tempo passato, tradizioni passate che però sono ancoraben vive. Il gruppo, fondato dal Maestro Folklorista José Santos Sanabria Leal è una Associazione Culturale i cui obbiettivi sono: ricerca e divulgazione delle tradizioni del popolo colombiano e specialmente del popolo Boyacense. Numerosi sono i bambini, i giovani e gli adulti interessati ad apprendere e conservare questa ricchezza culturale, per diffonderla, successivamente attraverso la danza, la musica, il canto, gli strumenti musicali e i costumi ad altri bambini, giovani e adulti interessati di riappropriarsi di questo immenso bagaglio culturale che “ci fanno capire la ricchezza e la bellezza del nostro popolo”.

ASOCIACION CULTURAL Y FOLKLORICA ECHENTIVE de Fuencaliente de La Palma

La Asociacion Cultura’ y Folklorica Echentive, de Fuencaliente de La Palma (Isole Canarie), nasce nel 1975 con un chiaro e preciso obbiettivo: ricercare, riscattare, preservare la musica e le tradizioni dell’Isola de la Palma. L’Asociacion Echentive ha pubblicato ben cinque LP con musiche e danze del Folklore Palmero e la Musica Tradicional de la Isla de la Palma. Il gruppo ha partecipato a numerosissimi festival regionali, nazionali ed internazionali: Polonia, Italia, Spagna, Francia, Turchia, Cechia, Messico, Venezuela. Inoltre, è stato ospite in diversi programmi televisivi e in vari documentari sull’isola de la Palma.

PIPE BAND AND HIGHLAND DANCERS

I suonatori di cornamusa e le ballerine della Banda, provengono dalle due più famose scuole di Edimburgo: The Mary Erskine School per le ragazze e Daniel Stewart’s and Melville College per i ragazzi.

I suonatori di cornamusa indossano il tartan del Royal Stuart e portano i berretti da suonatore mentre i tamburini indossano I’Hunting Stuart tanan e portano il berretto del Royal Scots, il reggimento più antico dell’Esercito Britannico.

DANCE COMPANY “RADOST”

Compagnia di Danza RADOST è stato fondato nel 1962 nella cittadina di Brest dai migliori artisti dell’arte popolare. La compagnia è divenuta da allora un guardiano, un esecutore ed un interprete della più genuina arte coreografica e musicale del popolo bielorusso. Le danze vivaci e piene di ritmo non soltanto aiutano a capire l’essenza del carattere nazionale bielorusso, ma anche la generosità e la gentilezza di questo popolo, ricco di bellezza e pieno di talento. Nel 2002 Dance Company RADOST è stata insignita del titolo come migliore gruppo di dilettanti della Repubblica della Bielorussia grazie anche al lavoro di Anatoly Vorobioff, direttore artistico e coreografo.

Egyptian A.U.C. Folklore Ensemble del Cairo

Il Folkore Ensemble dell’Università Americana del Cairo da vent’anni fa conoscere il folklore dell’Egitto in ogni parte del mondo e durante questo periodo ha ottenuto grandi soddisfazioni per il lavoro svolto. In Canada, Italia, Giordania, Turchia, Spagna, ha ottenuto sempre numerosi riconoscimenti e la stima di “avversari” e popoli ospitanti. Il Folklore Ensemble nell’accettare gli inviti, ha sempre dimostrato particolare attenzione per le regioni con forte identità etnica: Provenza, Paesi Baschi, Galizia e in Sardegna per ben due volte. Una tappa di quest’ultima regione è stata proprio Tempio durante 11° Incontro Internazionale del Folklore.

Danzas y Proyeccioncs del Sentir Atlantico

Danzas y Proyeccioncs del Sentir Atlantico è stato fondato nel 1988 e attualmente è composto da circa 35 elementi, tra ballerini e musici, che hanno come precipuo intento quello di esaltare la ricca tradizione del popolo panamense e farla conoscere in ogni parte del mondo. Ha infatti rappresentato la Repubblica di Panama in innumerevoli spettacoli, sia a livello nazionale che internazionale (Stati Uniti, Costa Rica, Colombia). Il gruppo, diretto dalla Professoressa Amparo V. de Brunette e coordinato dal Direttore Artistico e coreografo Signor Eyvar De La Rosa. viene definito come la massima espressione del nazionalismo panamense ed è oggi l’orgoglio della Provincia de Colon, República de Panamà.

Gruppi Italiani

Gruppo Folk “San Pietro” di NURALLAO

Gruppo Folk S. Ambrogio di Buddusò

Coro «GAVINO GABRIEL»

Gruppo Folkloristico «CITTA’ DI TEMPIO»

Banda Musicale “Città di Tempio”

Coro “Nuraghe Maiori” di Tempio

Galleria Fotografica